Bric Rutund da Ponte Pelvo




Domenica 17 febbraio 2019: Rifugio Melezè (1810) - Ponte Pelvo (1755) – Bric Rutund (2490) – Ponte Pelvo (1755) - Rifugio Melezè (1810).


Partecipanti: Stefy, Kay, Gheroppa, Irene, Maury76 (http://finoincima.altervista.org/) e soundofsilence.


Lunghezza: 9,5 Km circa il percorso fatto da noi, essendo partiti dal parcheggio del Rifugio Melezé, per via dei parcheggi coperti dalla neve presso Ponte Pelvo, partendo da quest’ultima località la lunghezza sarebbe invece di 7,5 Km. circa.


Dislivello: 800 m. circa il dislivello fatto da noi, riducibile a 750 partendo da Ponte Pelvo.


Difficoltà: in condizioni estive direi tutto E, in condizioni invernali bisogna avere al seguito rampoini e ciaspole, nell’occasione io ho usato soltanto i primi, ma anche le ciaspole potevano essere utili in alcuni tratti. Da quota 200 in poi si trovano comunque tratti ripidi che necessitano comunque di esperienza nell’uso delle ciaspole o, appunto, l’uso invece dei ramponi.


Percorso in macchina: Da Genova in autostrada fino a Savona e quindi con l’A6 fino all’uscita di Fossano; da Fossano ci si dirige verso ovest seguendo le indicazioni per la Val Varaita; si passa prima per Villafaletto, poi per Costigliole Saluzzo, Piasco, Melle, Sampeyre e Casteldelfino, dove, appena superato il paese, si prende a sinistra per Bellino e Sant’Anna. Superata Bellino si continua ancora fino ad un ponte sulla sinistra, presso il quale si parcheggia, 1,5 km circa prima di Sant’Anna. In realtà noi abbiamo proseguito fino al grande parcheggio del Rifugio Melezè, perché i parcheggi a bordo strada erano coperti di neve.


Percorso a piedi: se abbiamo parcheggiato al rifugio Melezè, torniamo indietro lungo la strada asfaltata fino al secondo ponte sul Varaita, subito dopo il primo. Qui iniziamo a seguire la traccia battuta ed arriviamo in breve a due ponti in successione sul Rio di Camoscere. Superato il secondo ponte si prosegue a sinistra su ampia sterrata, che dopo 400 metri, compie un tornate verso destra. A 300 metri dal tornante ci immettiamo sul sentiero U24, che imbocchiamo in salita. Seguiamo quindi l’U24 più o meno fedelmente e compatibilmente con le tracce battute, che in caso di terreno innevato hanno sempre la priorità. Superata quota 2050, si deve affrontare un ripido pendio sulla sinistra delle imponenti pareti dolomitiche sovrstanti il Bric Rutund. Qui si trovano varie tracce e, all’andata, ci siamo tenuti più a destra ed al ritorno più a sinistra, seguendo in quest’ultimo caso, più o meno fedelmente, ancora l’U24. Giunti a quota 2380 in una zona piuttosto pianeggiante e sottostante il pendio finale per la vetta, si può scegliere di seguire le tracce battute a sinistra, o salire per cresta a destra, tuttavia quest’ultimo percorso riserva alcune insidie nella parte terminale, dovendosi scavalcare prima una barra rocciosa con passaggi di II/III, comunque evitabili a sinistra, pena però di finire nella neve alta e, subito dopo, uno stretto ed esposto passaggio su cengia, reso più insidioso dalla possibile presenza di roccia ghiacciata (indispensabili i ramponi per passare da questo lato). In breve si giunge comunque in vetta ed il ritorno avviene sullo stesso percorso o comunque su una delle tante tracce battute. Possibilità di scorciare la strada all’inizio con scorciatoia da imboccare in corrispondenza di alcune case.


Traccia GPS: Bric Rutund (Per scaricare la traccia fate click col tasto destro sul link e selezionate “Salva link con nome”)


Conclusioni: belle pareti dolomitiche sopra il Bric Rutund e molto belle anche le formazioni di ghiaccio e di neve lungo i torrenti, sia il Varaita che il Rio di Camoscere, esteso e bel panorama di vetta, caratterizzato dal Monviso. Salita forse non interessantissima, ma comunque breve e che permette in buone condizioni di svolgere la gita comodamente in mezza giornata.




Torrente Varaita dalla strada



Pelvo di Ciabrera andando a Ponte Pelvo



Torrente Varaita e Bric Camosciera andando a Ponte Pelvo



Torrente Varaita andando a Ponte Pelvo



Torrente Varaita tra dune di neve andando a Ponte Pelvo



Laghetto in Torrente Varaita andando a Ponte Pelvo



Torrente Varaita spunta tra dune di neve



Torrente Varaita spunta tra dune di neve



Laghetti in Torrente Varaita



Due laghetti in Torrente Varaita



Bric Rutund Pelvo e Camosciera andando a Ponte Pelvo



Torrente Varaita stretto tra la neve



Pelvo di Ciabrera salendo da Ponte Pelvo



Casa nella neve salendo da Ponte Pelvo



Rocca Gialeo e Pic de Sagneres salendo da Ponte Pelvo



Primo piano stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera



Primo piano stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera più da vicino



Primo piano formazione di ghiaccio in Rio Camosciera



Primo piano stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera



Stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera più da vicino



Monte Maurel



Bric Camosciera salendo al Rutund



Rocca Gialeo Pic de Sagneres e Rocca la Marchisa salendo al Bric Rutund



Bric Camosciera salendo al Rutund



Pelvo di Ciabrera salendo al Bric Rutund



Primo piano Monte Ferra salendo al Bric Rutund



Monte Pietralunga salendo al Bric Rutund



Sole su Bric Camosciera



Monviso salendo al Bric Rutund



Monte Ferra e Monte Pietralunga salendo al Bric Rutund



Pelvo di Ciabrera Testa di Gandin e di Malacosta salendo al Bric Rutund



Sebolet Reghetta e Faraut salendo al Bric Rutund



Bric Rutund salendovi



Neve modellata e Pelvo di Ciabrera salendo al Bric Rutund



Sebolet Reghetta e Faraut spuntano da piana innevata salendo al Bric Rutund



Reghetta e Faraut salendo al Bric Rutund



Rric Camosciera salendo al Bric Rutund



Bric Rutund Pelvo e Camosciera salendo al primo



Bric Rutund e Camosciera salendo al primo



Pelvo e Bric Camosciera salendo al Bric Rutund



Monte Ferra dal Bric Rutund



Monviso dal Bric Rutund



Monte Morfreid dal Bric Rutund



Monti Reghetta e Faraut dal Bric Rutund



Pelvo di Ciabrera e Testa di Malacosta dal Bric Rutund



Bric Camosciera sotto sole dal Bric Rutund



Vista dal Pelvo di Ciabrera al Monte Ferra dal Bric Rutund



Monte Pietralunga e Monviso dal Bric Rutund



Cornice di neve in vetta al Bric Rutund più da lontano



Grossi massi coperti di neve scendendo dal Bric Rutund primo piano



Monte Ferra scendendo dal Bric Rutund



Bric Camosciera scendendo dal Bric Rutund



Piana innevata e Monviso scendendo dal Bric Rutund



Bric Camosciera e sole scendendo dal Bric Rutund



Rocca la Marchisa scendendo dal Bric Rutund



Casa e Monte Maurel scendendo dal Bric Rutund



Formazione di ghiaccio in Rio Camosciera



Primo piano formazione di ghiaccio in Rio Camosciera



Primo piano formazione di ghiaccio in Rio Camosciera



Primo piano stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera



Perle e stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera



Perle e stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera più da vicino



Perle di ghiaccio in Rio Camosciera



Primo piano stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera



Stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera più da vicino



Stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera



Stalattiti di ghiaccio in Rio Camosciera più da vicino