Rocca Provenzale da Chiappera




Mercoledì 12 Luglio 2017: Chiappera (1670) – Rocca Provenzale (2400) – Chiappera (1670).


Partecipanti: Stefs, Renato, Piero e Soundofsilence.


Lunghezza: circa 5 Km., ma indubbiamente il tempo necessario per salire alla Rocca è molto di più di quello che potrebbe far pensare la distanza dato il percorso quasi totalmente alpinistico; noi per salire dalla base della parete abbiamo impiegato circa 2,30 h., più una mezz’oretta per arrivarci.


Dislivello: 750 circa.


Difficoltà: E fino all’inizio della parete. La valutazione della salita viene data normalmente F+, come il passaggio chiave viene dato di II+, io non sono d’accordo con queste valutazioni che mi sembrano un po’ ottimistiche. Il passaggio chiave è una paretina di III metri, strapiombante e con pochi appigli e appoggi, non può essere un secondo, ma sicuramente almeno un III, ma, per fortuna non è esposta. La valutazione globale per me non può essere meno di un PD, essendoci poi molti passaggi esposti e vari passaggi di II grado, alcuni decisamente esposti. In particolare per me risulta ostica la prima paretina dopo il primo prato, che, pur non essendo verticale, è più scivolosa del resto del percorso e presenta appigli veramente ridotti, che, soprattutto per i piedi, non sono l’optimum. Nel resto del percorso vi sono poi da notare alcuni brevi traversi decisamente esposti e delicati per il pochissimo spazio per i piedi. Bisogna poi porre molta attenzione al tracciato, che, nonostante i bolli rossi, non è totalmente definito e passare pochi metri più a sinistra o a destra può essere pericoloso. Assai utile in ogni caso portarsi corda, imbragatura e casco, nonché moschettoni e cordini ed, eventualmente, discensore, per assicurare i punti che ci sembrino più difficili e/o pericolosi; all’uopo lungo il percoros si incontrano numerosi spit e chiodi. Infine non salire assolutamente con tempo incerto perché con il bagnato i licheni che rivestono gran parte della roccia diventano scivolosissimi ed è rischiosissimo camminarvi.


Percorso in macchina: Da Genova a Savona coll’autostrada dei fiori e quindi fino a Mondovì con la Savona-Torino. Da Mondovì si segue per Cuneo e, da Cuneo, per Caraglio, Dronero e Val Maira. Si Risale la Val Maira quindi fino ad Acceglio e si prosegue ancora fino a Chiappera, dove si prende la strada a destra (quella di sinistra porta al Rifugio Campo Base) e la si segue per quasi un Km per parcheggiare presso uno slargo sulla destra dove iniziano i cartelli segnalatori del sentiero.


Percorso a piedi: dal parcheggio si prende subito il sentierino segnalato per il Colle Rui e Greguri, attualmente con avviso delle Guide di non intraprendere la salita alla Rocca Provenzale con nebbia o pioggia. Si segue quindi il sentiero segnato per circa 500 metri, quindi, a quota 1770 circa prendiamo un sentierino non segnato a sinistra e lo seguiamo fino alla base del grande cono di roccia della rocca Provenzale, dove troviamo anche una targa. Si sale una prima facile parete (seguendo i bolli rossi) e si raggiunge un primo prato. Si affronta quindi uno dei tratti chiave con una paretina scivolosa e con pochi appigli, poi una seconda paretina più appigliata. Si continua poi su cenge esposte fino a giungere alla paretina di 3 metri di III grado che si supera arrampicando sulla sinistra. Superate la parete saliamo su una cengia esposta con passaggi di I e II per poi arrivare ad un prato e all’ultimo tratto, che è più semplice e alla cresta finale, esposta, ma senza problemi. Il ritorno avviene naturalmente per la stessa via.


Conclusioni: Salita emozionate con vista a picco e mozzafiato sulla val Maira e le cime circostanti, splendida poi la vista di vetta sulla Torre Castello, da qui veramente un Castello incantato e inespugnabile. Vale la pena di affrontare le difficoltà alpinistiche che non sono da non sottovalutare per godere di questo magnifico percorso.




Rocca Provenzale da Chiappera



Rocca Provenzale da Chiappera



Auto Vallonasso e Oronaye andando alla Provenzale



Rocca Provenzale salendo da Chiappera più da vicino



Rocca Provenzale salendo da Chiappera primo piano



Val Maira sotto Auto Vallonasso e Oronaye salendo la Provenzale



Val Maira sotto Auto Vallonasso e Oronaye salendo la Provenzale più da lontano



Parete Rocca Provenzale e prati sottostanti



Prato salendo Rocca Provenzale e Val Maira



Prato salendo e Rocca Provenzale



Stefs su cengia in Rocca Provenzale



Piero su parete esposta in Rocca Provenzale



Parete esposta in Rocca Provenzale



Cengia in Rocca Provenzale e Val Maira



Renato su parete esposta in Rocca Provenzale più da lontano



Cengia su Rocca Provenzale



Cengia su Rocca Provenzale e prati sottostanti



Renato e Stefs salendo la Rocca Provenzale



Vista a picco su Val Maira da Rocca Provenzale



Stefs e Renato salendo la Rocca Provenzale



Vista a picco su Val Maira da Rocca Provenzale



Stefs e Renato salendo la Rocca Provenzale



Renato su Rocca Provenzale con prati sottostanti sullo sfondo



Piero salendo alla Rocca Provenzale



Cupola sommitale Rocca Provenzale



Terrazzo su Rocca Provenzale e Val Maira



Piero su prati in Rocca Provenzale



Tratto di sentiero salendo alla Provenzale con Val Maira sullo sfondo



Sentiero in prati Rocca Provenzale e Val Maira sullo sfondo



Piero in passaggio chiave Rocca Provenzale



Renato e Stefs sopra punto chiave Rocca Provenzale



Val Maira sotto Auto Vallonasso e Oronaye salendo Rocca Provenzale



Piero e sommità Rocca Provenzale



Guglia di roccia salendo Rocca Provenzale e Val Maira



Andando verso vetta Rocca Provenzale



Contrafforti Rocca Provenzale e prati sottostanti



Torre Castello e croce vetta Provenzale più da lontano



Torre Castello e croce vetta Provenzale



Torre Castello e croce vetta Provenzale più da lontano



Torre Castello e croce vetta Provenzale più da lontano



Cresta sommitale Provenzale e Torre Castello sulla sinistra



Cresta sommitale Provenzale e Torre Castello sulla sinistra



Cresta sommitale Provenzale e Torre Castello sulla sinistra più da vicino



Torre Castello e croce Rocca Provenzale



Primo piano croce vetta Rocca Provenzale e Torre Castello dietro



Torre Castello dalla Rocca Provenzale



Torre Castello dalla Rocca Provenzale



Torre Castello dalla Rocca Provenzale vista verticale



Aiguille de Chambeyron e Tete de l'Homme da Rocca Provenzale



Torre Castello dalla Rocca Provenzale



Primo piano croce vetta Rocca Provenzale e Torre Castello a sinistra



Torre Castello e croce Rocca Provenzale



Cresta sommitale con Torre Castello e Croce Provenzale che spuntano



Chersogno e Meja dalla Provenzale



Oronaye dalla Provenzale



Val Maira dalla Provenzale



Cervet dalla Provenzale



Val Maira dalla Provenzale più da vicino



Oronaye dalla Provenzale



Torre Castello e croce Rocca Provenzale più da lontano



Cresta sommitale Provenzale e Torre Castello sulla sinistra



Cresta sommitale Provenzale e Torre Castello sulla sinistra



Cresta sommitale Provenzale e Torre Castello sulla sinistra vista verticale



Cresta sommitale Provenzale e Torre Castello sulla sinistra più da vicino



Stefs scendendo dalla Provenzale con Val Maira sullo sfondo



Scendendo dalla Provenzale con Val Maira sullo sfondo



Guglia di roccia scendendo dalla Provenzale



Strapiombi Provenzale e Val Maira



Renato su cengia in discesa dalla Provenzale



Balze rocciose Provenzale e vista a picco su Val Maira



Piero in discesa da Rocca Provenzale e Val Maira sullo sfondo



Cengia scendendo dalla Provenzale e prati sottostanti



Ultima parete scendendo da Provenzale