Monte Nebius




Sabato 10 luglio 2010: Neirassa – Nebius e ritorno.


Partecipanti: IlConteFabio, Maury76, Lusciandro, Soundofsilence.


Lunghezza: 9 Km circa A/R.


Dislivello: 1030 circa.


Difficoltà: E. Nessuna difficoltà tenica né di orientamento.


Percorso in macchina: Da Genova fino a Savona e quindi all’uscita di Mondovì sulla Savona-Torino. Da Mondovì si prosegue verso Cuneo, passando per Pianfei; ci si dirige poi verso Boves, passando accanto, ma fuori di Cuneo e quindi a Borgo San Dalmazzo, dove si prende la strada per il Colle della Maddalena, che si segue fino a Vinadio, dove, subito dopo l’ingresso del forte, si prende a destra seguendo le indicazioni per Neirassa. La stretta strada asfaltata porta in 5/6 Km al paese di Neirassa superiore. Anche dopo il paese continua l’asfalto, ma finisce improvvisamente, 500 metri prima del Rifugio Nebius, ma, in questo punto, non vi è modo di parcheggiare; si deve quindi proseguire fino al Rifugio (chiuso) dove vi è un po’ di spazio, non molto a dir la verità: più di 2/3 macchine potrebbero avere difficoltà…


Percorso a piedi: Dal Rifugio si deve subito guadare a destra il torrente e seguire un sentiero segnato con tacche gialle. Si prosegue ai bordi di una frana (volendo anche sul ciglio, come ho fatto io all’andata, per avere miglior vista sui bei fenomeni di erosione che hanno creato piramidi di terra, qui chiamate ‘Ciciu’). Passata la frana si sale per prati incontrando una malga con fonte e, quindi, arrivando al Colle Moura de Vinche, dove il sentiero si biforca. Occorre prendere a sinistra con segnavia ora biancorossi che, portano, in breve prima a un anticima panoramica, poi alla Croce e subito dopo alla cima vera e proprio, poco distante da quest’ultima. Purtroppo, per problemi di nebbia non abbiamo completato un anello al ritorno, scendendo per il sentiero segnato con frecce (a 2 punte azzurre) che dalla croce scende verso sud su un crinale erboso (si intravvede comunque, in questo tratto, anche una traccia) e quindi diventa più impervio ed esposto per giungere al Colle Cialdoletta, da dove si sarebbe potuto salire al Colle Neirassa e, quindi, ridiscendere a Neirassa Superiore.


Racconto: Dopo una settimana ci ritroviamo gli stessi 4 e, per una volta, il motivo principale non è la gita, ma la voglia di ritrovarsi insieme: non ce lo diciamo, certe cose, forse per complicarsi un po’ la vita, non si dicono mai, ma, questo è, almeno, quello che io sento… E, allora, stavolta non mi importa se non faremo il percorso tra i torrioni a cui tenevo tanto, non mi importa di svegliarmi alle 3,30, non mi importa se non siamo riusciti a recuperare il buono benzina ( o forse un po’ sì….), sono solo contento di essere in compagnia…
Lusciandro poi fa ancora meglio: la sua dedizione all’amicizia è tale che rinuncia persino a mangiare (a parte un fagottino ripieno di cioccolato, un pacco di wafer e una mozzarella, in pratica una goccia nell’oceano…), e, chi lo conosce, sa cosa vuol dire…
Cosa aggiungere a questo punto, se non sperare che questi momenti di comunione e intimità (solo spirituale, per fortuna…) possano ripetersi presto e non rimangano solo una fortunata coincidenza da ricordare con nostalgia…
Non per fare il menagramo, naturalmente, ma per sottolineare la bellezza di certe cose semplici, o almeno che sembrano tali sul momento, ma che, a volte, ci lasciamo sfuggire dalle mani, così, senza accorgerci del loro valore…


Conclusioni: Interessanti i ‘Ciciu’ che allietano la prima parte del percorso, anche se non hanno niente a che vedere con quelli stupendi del Villar, belle le rocce dolomitiche che vi fanno da sfondo, ma il pezzo forte è sicuramente il panorama di vetta, molto migliore di quello che si gode dal vicino Bersaio…
La nebbia in fondovalle ha poi reso ancora più suggestivo il panorama, già reso più plastico dai possenti contrafforti del Nebius in primo piano. La zona della Rocca la Meja è poi, da qui, molto più bella che dal Bersaio: la Rocca è più affilata, il Becco Grande più imponente e le dune terrose del colle Valcavera assumuno tutta un’altra plasticità… Compaiono poi il Monviso e i 2 Chambeyron che dal Bersaio non avevamo visto…
Peccato aver mancato l’anello che ci avrebbe permesso, oltre il passaggio in mezzo ai torrioni, la vista dei calanchi e delle fortificazioni del Colle Neirassa.




Nebius da inizio sentiero



Nebius e Ciciu



Ciciu vista globale da sotto



Ciciu e albero da sotto più da vicino



Nebius e Ciciu dalla zona intermedia



Nebbia a fondovalle con sopra Matto e Paur



Ciciu zona intermedia da sopra



Ciciu zona intermedia da sopra più da vicino



Nebbia Matto e Paur primo piano salendo al Colle Moura



Nebbia in salita e Matto sullo sfondo



Nebbia in salita e Matto sullo sfondo più da lontano



Lusciandro tra fiori gialli con Colle Moura sullo sfondo



Versanti e prati Nebius nebbia e Marittime



Versanti e prati Nebius nebbia e Marittime con meno cielo sopra



Lusciandro versanti e prati Nebius nebbia e Marittime



Versanti e prati Nebius nebbia e Marittime più da lontano



Versanti e prati Nebius nebbia e Marittime più da lontano con più cielo sopra



Lastra rocciosa nebbia e Marittime salendo al Colle Moura



Primo piano Marittime nella nebbia salendo al Colle Moura



Lastra rocciosa nebbia Matto e Paur salendo al Colle Moura



Lastra rocciosa nebbia e Marittime salendo al Colle Moura molto più da lontano



Lastra rocciosa nebbia e Marittime salendo al Colle Moura più da lontano



Primo piano Marittime con Matto nella nebbia salendo al Colle Moura



Lastra rocciosa nebbia e Marittime salendo al Colle Moura più da vicino



Lastra rocciosa nebbia e Marittime salendo al Colle Moura ancora più da lontano



Parte meridionale Marittime nella nebbia salendo al Colle Moura



Rocca la Meja e Becco Grande dal Colle Moura primo piano



Rocca la Meja e Becco Grande dal Colle Moura



Meja Becco Grande e Salè dal Colle Moura



Monte Salè dal Colle Moura



Rocca la Meja e Becco Grande dal Colle Moura più da vicino



Meja Becco Grande e Salè dal Colle Moura più da lontano



Rocca la Meja e Becco Grande dal Colle Moura più da lontano



Rocca la Meja e Becco Grande dal Colle Moura primo piano più da lontano



Meja Becco Grande e Salè dal Colle Moura più da vicino



Bodoira Oronaye Brec Chambeyron Meja e Becco Grande salendo al Nebius



Salè e Monviso salendo al Nebius più da vicino



Spallone erboso Nebius e Marittime con Matto e Paur nella nebbia



Spallone erboso Nebius e Marittime con Matto e Paur nella nebbia primo piano



Monte Savi salendo al Nebius più da lontano



Maury e Lusciandro con sullo sfondo Salè e Monviso



Contrafforti Nebius e parte sud Marittime nella nebbia



Contrafforti Nebius e parte sud Marittime nella nebbia più da vicino



Marittime con Malinvern e Maladecia da anticima Nebius



Monviso da anticima Nebius



Contrafforti Nebius profondo vallone e Marittime nella nebbia



Contrafforti Nebius profondo vallone e Marittime nella nebbia più da lontano



Rocca la Meja e Becco Grande da anticima Nebius



Contrafforti Nebius profondo vallone e Marittime nella nebbia molto più da vicino



Rocca la Meja e Becco Grande da anticima Nebius più da vicino



Contrafforti Nebius e parte sud Marittime nella nebbia primo piano



Contrafforti Nebius e Marittime nella nebbia



Neve contrafforti Nebius e Marittime nella nebbia



Neve contrafforti Nebius e Marittime nella nebbia più da lontano



Contrafforti Nebius e Marittime nella nebbia più da lontano



Contrafforti Nebius profondo vallone e Marittime nella nebbia più da vicino



Torrioni Nebius nella nebbia



Prati sommitali Nebius Bodoira Meja e Becco Grande



Torrioni Nebius nella nebbia più da vicino



Contrafforti Nebius torrioni e nebbia più da lontano



Croce Nebius con Meja sullo sfondo



Rocca la Meja e Becco Grande dalla Croce del Nebius



Marittime parte sud dalla Croce del Nebius



Marittime parte sud dalla Croce del Nebius più da vicino



Maury da Croce del Nebius con Marittime nella nebbia sullo sfondo



Croce del Nebius con Marittime nella nebbia sullo sfondo



Maury da Croce del Nebius con Marittime nella nebbia sullo sfondo più da lontano



Croce del Nebius con Marittime nella nebbia sullo sfondo molto più da vicino



Croce del Nebius con Marittime nella nebbia sullo sfondo più da vicino



Rocca la Meja e Becco Grande dal Nebius



Rocce di vetta Nebius e Marittime con Matto e Paur



Rocce di vetta Nebius e Marittime con Matto e Paur più da vicino



Rocca la Meja e Becco Grande dal Nebius



Matto e Paur nella nebbia dal Nebius



Malinvern e Maladecia nella nebbia dal Nebius



Rocce di vetta Nebius e Ischiator



Prato fiorito scendendo verso Neirassa



Ciciu zona intermedia dall'alto tornando a Neirassa più da vicino



Ciciu zona intermedia dall'alto tornando a Neirassa ancora più da vicino