Punta Tre Chiosis da Genzana




Domenica 23 aprile 2017: Genzana (1855) - Costa Savaresch - Punta Tre Chiosis (3080) – Costa Tre Chiosis – Costa Ciarinosa – Genzana (1855).


Partecipanti: Stefy, Gheroppa, Maury76, Kay e soundofsilence.


Lunghezza: 12,5 Km. circa.


Dislivello: 1250 circa.


Difficoltà: in condizioni estive direi tutto E, seppur con attenzione sulla Costa Tre Chiosis che in qualche punto è un poco stretta ed esposta. In condizioni invernali come l’abbiamo fatta noi, necessita di ramponi e/o ciaspole e occorre attenzione nella creste, specie la Costra Tre Chiosis, che è stretta, e a tratti esposta, alle eventuali cornici di neve, quindi EEA per la Costa Savaresch e, soprattutto, la predetta Costa Tre Chiosis, tutto il reste E, eventualmente EA se si trova neve più in basso.


Percorso in macchina: Da Genova in autostrada fino a Savona e quindi con l’A6 fino all’uscita di Fossano; da Fossano ci si dirige verso ovest seguendo le indicazioni per la Val Varaita; si passa prima per Villafaletto, poi per Costigliole Saluzzo, Piasco, Melle, Sampeyre e Casteldelfino. Si passa quindi il Lago di Castello e giunti a Pontechianale si prende a destra per il Rifugio Savigliano, oltre il quale si può proseguire ancora un poco, prima su asfalto, e poi qualche metro di sterrata (da percorrere con attenzione), fino ad uno slargo di fronte al cartello che vieta il proseguimento. Qui c’è posto per una sola macchina quindi può essere necessario parcheggiare più a valle..


Percorso a piedi: dal parcheggio si continua in salita sulla sterrata, magari tagliandone qualche tornante. A quota 2100 circa guadiamo il Varaita e 170 metri dopo circa, possiamo tirare dritti, risalendo un ripido versante senza traccia, onde tagliare un ampio tornante della sterrata. Continuiamo poi sulla sterrata per 900 metri in falsopiano fino al Rifugio Helios, a quota 2330 circa, qui giriamo a sinistra e risaliamo su traccia a destra della sciovia Conce-Platter. Giunti in cima a questa sciovia risaliamo anche l’ultimo pezzo di un’altra (Savarex-Platter), giungendo al casotto sopra la stessa a 2650 m. circa di quota. Qui ormai vediamo chiaramente tutto il filo di cresta (Costa Savaresch) che ci porterà fino in vetta, e lo seguiamo quindi tenendoci il più possibile sul bordo, facendo naturalmente molta attenzione ad eventuali cornici di neve. Dalla vetta ci dirigiamo verso sud-ovest e subito ci troviamo di fronte alla cresta che porta ad una evidente anticima. Percorriamo quindi la sottile cresta (Costa Tre Chiosis), superiamo l’anticima e quindi iniziamo a percorrere l’evidente cresta in discesa, visibile praticamente già da qua fino al parcheggio (Costa Ciarinosa), con bel tempo naturalmente. Scendiamo quindi seguendo scrupolosamente il filo di cresta (alcuni ometti lungo la via e poi una traccetta quando la roccia lascia spazio all’erba) fino a raggiungere la sterrata percorsa all’andata a quota 2120 circa, ormai a meno di un Km. dal parcheggio.


Conclusioni: consiglio sicuramente l’itinerario in versione invernale, le due creste percorse sono veramente spettacolari innevate, e l’intero itinerario è sempre aperto e panoramico, con belle viste sul Monviso e non solo.




Monte Pietralunga dalla sterrata



Rastcias Lubin Cugulet e Nebin dalla sterrata



Lubin Cugulet Nebin e Cugn di Goria dalla sterrata



Punta Tre Chiosis salendo sulla sterrata



Muro in rovina e Cima Pienasea sullo sfondo



Roc de la Niera e Rocca Bianca salendo sulla sterrata



Roc de la Niera salendo sulla sterrata



Rudere con Punta Tre Chiosis sullo sfondo



Pelvo d'Elva inizia a spuntare



Guado torrente Varaita



Pelvo d'Elva inizia a spuntare



Pelvo d'Elva andando verso il Rifugio Helios



Pelvo d'Elva Rocca la Marchisa e Monte Pietralunga salendo verso cresta Savaresch



Argentera spunta a fianco del Morfried salendo verso cresta Savaresch



Sentiero parzialmente innevato con Pelvo d'Elva sullo sfondo



Sentiero innevato verso cresta Savaresch



Cresta sottostante la Savaresch



Monviso inizia a spuntare andando verso Savaresch



Cresta sottostante la Savaresch e Monviso



Monviso inizia a spuntare andando verso cresta Savaresch



Cresta sottostante la Savaresch con Alpi Marittime sullo sfondo



Persone in salita verso Cresta Savaresch



Cresta Savaresch avvicinandovisi



Monviso spunta da inizio Cresta Savaresch



Cresta Savaresch avvicinandovisi



Monviso spunta da inizio Cresta Savaresch primo piano



Marittime con Argentera e Matto dalla cresta Savaresch



Monviso da cresta Savaresch



Cresta Savaresch Losetta Punta Roma Punta Gastaldi e Visolotto



Losetta e Monviso da Cresta Savaresch



Marittime con Argentera e Matto dalla cresta Savaresch



Persona in salita su cresta Savaresch con Punta Gastaldi e Visolotto a destra



Cresta Savaresch tra Marittime e Pelvo sullo sfondo



Cornice in Cresta Savaresch e Marittime sullo sfondo



Cornice in cresta Savaresch tra Marittime e Pelvo



Cresta Savaresch e Monviso



Cresta Savaresch salendola



Cresta Savaresch con Pelvo d'Elva sullo sfondo



Cresta Savaresch con Marittime e Cozie sullo sfondo



Punta Roma Gastaldi Visolotto e Monviso



Cresta Savaresch salendola



Cresta Savaresch con Losetta Punta Roma sullo sfondo



Cornici in Cresta Savaresch con Marittime e Cozie sullo sfondo



Cornici in Cresta Savaresch con Marittime sullo sfondo



Cornici in Cresta Savaresch con Marittime sullo sfondo



Cornici in Cresta Savaresch



Maury su Cresta Savaresch con Marittime sullo sfondo



Punta Marte Punta Venezia Losetta e Punta Roma



Monterosa tra Punta Venezia e Losetta



Croce vetta Chiosis con Punta Marte Venezia Losetta Punta Roma Gastaldi e Visolotto



Croce vetta Chiosis Punta Gastaldi Visolotto e Monviso



Croce vetta Chiosis Punta Marte e Venezia Losetta Punta Roma Gastaldi e Visolotto



Punta Marte e Venezia Losetta Punta Roma e Gastaldi dalla Chiosis



Punta Marte e Venezia Losetta e Punta Roma dalla Chiosis



Punta Marte e Venezia con Monterosa sullo sfondo dalla Chiosis



Pic d'Asti dalla Punta Tre Chiosis



Stefania in arrivo su Punta Tre Chiosis



Pic d'Asti da Punta Tre Chiosis



Punta Marte e Venzia Losetta e Punta Roma da Tre Chiosis



Visolotto e Monviso da Punta Tre Chiosis



Punta Marte e Punta Venezia a destra dalla Tre Chiosis



Marittime e Cozie da Punta Tre Chiosis



Pelvo d'Elva Oronaye e Sautron da Punta Tre Chiosis



Marittime e Pelvo da Punta Tre Chiosis



Vista da Argentera a Meja da Punta Tre Chiosis



Roc de la Niera da Punta Tre Chiosis



Pic d'Asti da Punta Tre Chiosis



Chambeyron Salza Mongioie e Roc de la Niera da Punta 3 Chiosis



Cresta Savaresch Marittime e Pelvo scendendo dalla 3 Chiosis



Persone in Costa 3 Chiosis con Salza e Mongioia sullo sfondo



Costa Savaresch da Costa 3 Chiosis



Pic d'Asti da Costa 3 Chiosis



Costa 3 Chiosis percorrendola



Costa 3 Chiosis con Monviso sullo sfondo



Neve modellata dal vento da cresta 3 Chiosis



Costa Savaresch da Costa 3 Chiosis



Maury e Gheroppa su Costa 3 Chiosis



Costa 3 Chiosis con Monviso sullo sfondo



Costa 3 Chiosis parte affilata



Gheroppa e Maury sulla Costa 3 Chiosis



Neve modellata ad inizio Costa Ciarinosa



Pic d'Asti dalla Costa Ciarinosa



Pelvo e Marchisa da Costa Ciarinosa



Parte finale Costa Ciarinosa



Roc de la Niera tornando a Genzana



Alpeggio in pietra tornando a Genzana



Alpeggio in pietra con Roc de la Niera sullo sfondo



Alpeggio in pietra tornando a Genzana vista frontale