Chiappera - Colle Rui - Cervet e ritorno




Domenica 12-9-2010: Chiappera – Cervet e ritorno


Partecipanti: 16, Gita sociale CAI Bolzaneto.


Lunghezza: 13, 2 Km


Dislivello: 1300 circa.


Difficoltà: Fino al Colle Rui sicuramente E, poi la traccia si fa più stretta e, nell’ultimo tratto più ripida, non servono comunque mai le mani; forse c’è un punto, prima della cupola finale, in cui occorre un poco più di attenzione per un traverso di pochissimi metri un poco esposto e con traccia stretta e poco affidabile. Si può quindi parlare di un EE per quest’ultima parte, ma di un EE decisamente facile.


Percorso in macchina: Da Genova a Savona coll’autostrada dei fiori e quindi fino a Mondovì con la Savona-Torino. Da Mondovì si segue per Cuneo e, da Cuneo, per Caraglio, Dronero e Val Maira. Si Risale la Val Maira quindi fino ad Acceglio e si prosegue ancora fino a Chiappera, dove si prende la strada a destra (quella di sinistra porta al Rifugio Campo Base) e la si segue per quasi un Km per parcheggiare presso uno slargo sulla destra dove iniziano i cartelli segnalatori del sentiero.


Percorso a piedi: Dal parcheggio si prende il sentiero sulla destra della strada (salendo) diretto verso la Rocca Provenzale e lo si segue fino ad un bivio dove si prende a destra (cartello segnala per il Colle Rui, quota 2150 circa).Si prosegue quindi fino al Colle, posto a 2708 metri di quota e si continua sulla destra, seguendo gli ometti di pietra verso la vetta del Cervet. Il ritorno può avvenire per lo stesso sentiero o si può compiere una piccola variante prendendo una delle tracce che si dirigono verso una casermetta sulla destra (scendendo), posta a poco meno di 2500 metri di quota sotto le pareti della Rocca Castello. Dalla Caserma si continua su evidente sentiero passando sotto le pareti prima della Rocca Castello e poi della Provenzale, per ricongiungersi poi al sentiero dell’andata a quota 2150 circa (presso il bivio descritto parlando del percorso di andata, appunto).


Racconto: Finalmente una gita sociale, finalmente, per una volta, la colpa degli errori di percorso, dei ritardi, dei ravanamenti, delle scelte sbagliate non sarà più mia…
Mi piazzo così nelle immediate vicinanze della capogita, onde godermi in prima fila ogni problema che, inevitabilmente, penso, si verificherà…
Non basteranno però cartelli divelti, partecipanti stremati e altri indisciplinati per far sorgere il minimo problema…
Ma è mai possibile???? Un’escursione non è dunque fatta da una serie di errori di percorso che, sommandosi, si annullano (quando va bene…)???? Ma che razza di escursionismo è questo in cui si parte e si arriva dove stabilito e persino all’ora prevista???? Io non lo conoscevo proprio…
Sarà una nuova moda?
Certo che non mi convince tanto: se si sa già tutto da casa, a che serve partire?
Ma, per fortuna, questo a un riesploratore come me non succederà mai…


Conclusioni: Piacevole gita su un monte dal profilo aguzzo con alcuni begli scorci sulla Rocca Provenzale, panorama di vetta molto ampio con protagonisti soprattutto l’Oronaye, gli Chambeyron e il Monviso. Soprattutto bella la vista sull’Aiguille che si fonde mirabilmente con la Tete de l’Homme. Bella anche, ma un po’ distante, la vista sulle Marittime. Concludendo una buona occasione di esplorare il versante sinistro della Val Maira, anche se, a mio parere, il versante destro è decisamente più bello…




Rocca Provenzale dal parcheggio



Rocca Provenzale salendo al Colle Rui primo piano



Auto Vallonasso Oronaye e nebbiolina in Val Maira



Auto Vallonasso Oronaye e nebbiolina in Val Maira più da vicino



Rocca Castello di fianco salendo al Colle Rui più da lontano



Vetta Rocca Provenzale salendo al Colle Rui



Rocca Provenzale e Rocca Bianca salendo al Colle Rui



Monte Cervet salendovi più da vicino



Aiguille Chambeyron tra Tete Frema e Homme salendo al Cervet



Oronaye dal Cervet



Monviso dal Cervet



Brec e Aiguille Chambeyron dal Cervet più da lontano



Aiguille Chambeyron e Tete de l'Homme dal Cervet



Aiguille Chambeyron e Tete de l'Homme dal Cervet più chiara



Pointe Haute e Baisse de Mary dal Cervet più scura



La Bianca e Meja in primo piano Argentera sullo sfondo dal Cervet



La Bianca e Meja in primo piano Argentera sullo sfondo dal Cervet più chiara



La Bianca e Meja in primo piano Argentera sullo sfondo dal Cervet più da vicino



Oronaye dal Cervet più da vicino



Tete du Coin de l'Ours dal Cervet più da lontano



Monte la Bianca primo piano dal Cervet



La Bianca e Meja in primo piano Argentera sullo sfondo dal Cervet ancora più da vicino più chiara



Croce vetta Cervet a sinistra e vista con la Bianca Meja e Argentera



Croce vetta Cervet al centro e vista con la Bianca Meja e Argentera



Vetta e Croce Cervet con La Bianca sullo sfondo



Rocca Provenzale con torrioni a fianco più chiara



Rocca Provenzale con torrioni a fianco più da lontano



Rocca Provenzale con torrioni a fianco molto più da vicino



Rocca Provenzale con torrioni a fianco più da vicino



Rocca Provenzale con torrioni a sinistra



Rocca Provenzale con torrioni a sinistra più chiara



Rocca Provenzale con torrioni a sinistra molto più da vicino



Rocca Provenzale con torrioni a sinistra più da vicino



Torrioni a fianco Rocca Provenzale



Rocca Provenzale tornando a Chiappera