Pineda




Domenica 27 Dicembre 2015: Campi (280) – Pineda (0) – Campi (280).


Partecipanti: Laura e Soundofsilence.


Lunghezza: 2,4 Km circa.


Dislivello: 280 metri circa.


Difficoltà: EE, il sentiero è stretto, ripido e anche un poco esposto, specie nell’ultima parte, ma non ci sono vere e proprie difficoltà.


Percorso in macchina: Da Genova a La Spezia in autostrada A12, quindi bisogna attraversare la città seguendo le indicazioni per Cinque Terre e Portovenere. Passiamo quindi per via Carducci, quindi Viale Italia, Via Amendola e infine Viale Fieschi, dove abbandoniamo le segnalazioni per Portovenere e giriamo a destra al semaforo seguendo invece quelle per le Cinque Terre e Riomaggiore. Seguiamo quindi per 6 Km. circa la strada delle cinque terre e giungiamo quindi ad una galleria, 600 metri dopo la quale possiamo notare sulla sinistra il Bar il Giardino con davanti un pergolato, qui inizia il nostro sentiero, ma noi proseguiamo ancora per 200 metri per trovare un posto libero in uno slargo sulla destra.


Percorso a piedi: dal parcheggio torniamo indietro poco più di 200 metri su asfalto per prendere le scalette immediamente adiacenti sulla sinistra del bar il Giardino. Dopo 350 metri circa di sentiero, a quota 230, ci troviamo ad un crocevia, dove dobbiamo continuare dritti in discesa ignorando le tracce orizzontali nelle altre due direzioni. Da qui in poi non si può più sbagliare e si continua la discesa sui ripidi gradini, quando ci sono, fino alla scogliera. Dalla scogliera volendo si può proseguire a ovest fino alla spiaggia di Campi e oltre, cosa che in questa occasione non ho potuto fare essendo tardi.


Conclusioni: una delle poche località di Tramonti che non si raggiungono da Campiglia, ma non per questo meno bella. Superbo il panorama sulla costa scendendo e, arrivati a destinazione, si può godere anche delle suggestive piscine naturali (chiamate “Bozi”) che adornano la scogliera. Merita sicuramente la visita, per la quale può indubbiamente bastare mezza giornata, potendovi così anche abbinare un’altra gita in qualche altra località di tramonti o delle 5 Terre.




Capo Montenero scendendo alla Pineda



Scalinata per la Pineda



Monesteroli Ferale e Tino scendendo alla Pineda



Spiaggia di Campi e Capo Montenero scendendo alla Pineda



Scalinata per la Pineda



Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino scendendo alla Pineda



Monesteroli Ferale e Tino scendendo alla Pineda



Sentiero per Pineda Punta Castagna e Montenero



Casetta in pietra e Capo Montenero scendendo alla Pineda



Muretto fascia con scalinata scendendo a Punta Pineda



Stratificazioni scoglio della pace e sullo sfondo Ferale e Tino più da vicino



Stratificazioni scoglio della pace e sullo sfondo Ferale e Tino più da lontano



2 Bozi a Punta Pineda e Capo Montenero



Porpora e Capo Montenero dalla Pineda



Bozi Punta Pineda



Bozi Punta Pineda primo piano



Laura e scia di luce alla Pineda



Rocce riflesse in Bozi Punta Pineda



Bozi Punta Pineda e sullo sfondo Ferale e Tino



Barca e scia di luce da Punta Pineda



Barca e scia di luce da Punta Pineda più da vicino



Bozi Punta Pineda e sullo sfondo Ferale e Tino



Bozi Punta Pineda e sullo sfondo Ferale e Tino più da lontano



Primo piano Bozi e Capo Montenero



Faro Punta Pineda e sentiero di ritorno



Scoglio della pace a Punta Pineda e sullo sfondo Ferale e Tino



Scoglio della pace a Punta Pineda e sullo sfondo Ferale e Tino più da vicino



endio di risalita da Punta Pineda



Inizio sentiero per Punta Pineda



Bar il giardino alla partenza sentiero per Punta Pineda



Cartello ad inizio sentiero per Punta Pineda



Ruderi in primo piano e sullo sfondo Ferale Tino e Tinetto più da vicino



Primo piano Punta Monesteroli e sullo sfondo Ferale e Tino



Primo piano Punta Monesteroli e sullo sfondo Ferale e Tino più da lontano



Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino



Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino più chiara



Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino più da lontano



Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino più da vicino



Albero in cima a lastrone e sullo sfondo Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino vista verticale



Bozzi Punta Pineda con Davide a fianco



Stratificazioni scoglio della pace e sullo sfondo Punta Merlino Ferale e Tino più da lontano



Primo piano Punta Merlino Ferale e Tino



Primo piano Punta Merlino Ferale e Tino



Bozzi Punta Pineda e Capo Montenero sullo sfondo ancora più da vicino



Bozzi Punta Pineda con mare a est sullo sfondo ancora più da vicino



Bozzi Punta Pineda con mare a est sullo sfondo più da lontano



Punta Castagna primissimo piano con Capo Montenero sullo sfondo



Erika attraversa Punta Castagna



Scoglio a doppia punta presso Punta Castagna più dall'alto più da vicino



Scoglio a doppia punta presso Punta Castagna con viadotto sullo sfondo



Scoglio a doppia punta presso Punta Castagna da dietro taglia a metà Capo Montenero



Scoglio a doppia punta presso Punta Castagna da dietro taglia a metà Capo Montenero più da lontano



Stratificazioni scoglio della pace con Punta Monesteroli Ferale e Tino sullo sfondo nella luce pomeriggio



Albero su a lastrone liscio e sullo sfondo Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino nella luce pomeridiana



Vegetazione in primo piano e Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino sullo sfondo nella luce pomeridiana



Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino nella luce pomeridiana ancora più da vicino



Cespuglio verde e sullo sfondo Punta Merlino Monesteroli Ferale e Tino più da vicino



Montonao Monesteroli Ferale e Tino