Anello San Rocco – San Fruttuoso per Punta Chiappa e Passo del Bacio all’andata e Pietre Strette e Sella Toca al ritorno




Sabato 3 Gennaio 2015 San Rocco (230) – Punta Chiappa (0) – Batterie (245) – San Fruttuoso (0) – Pietre Strette (455) – Semaforo Nuovo (435) – San Rocco (230)


Partecipanti: Laura e Davide


Lunghezza: 17 Km.


Dislivello: 1100 m.


Difficoltà: EE il tratto tra Batterie e San Fruttuoso, con diversi tratti attrezzati, mai particolarmente difficili, ma alcuni neanche proprio elementari; presente anche una certa esposizione in alcuni passaggi attrezzati.


Percorso in macchina: Da Genova a Recco per autostrada o per aurelia, quindi si sale verso la Ruta di Camogli (sempre sull’Aurelia) e arrivati in cima si svolta a destra per San Rocco; Si parcheggia in uno slargo a sinistra quindi poche centinaia di metri prima del parcheggio a pagamento, oppure si prosegue poco oltre il predetto parcheggio cercando posti al lato destro della strada, prima dell’inizio della zona riservata ai residenti.


Percorso a piedi: Dal parcheggio si prosegue per la strada asfaltata fino alla Chiesa di San Rocco e quindi altri 200 metri fino al bivio per Punta Chiappa, che si imbocca sulla destra in discesa. Si segue la scalinata in discesa quindi fino alla Chiesetta di San Nicolò, dove si può proseguire a destra in discesa o a sinistra in piano. I due sentieri comunque si riuniscono nei pressi di Punta Chiappa, ma meglio seguire il sentiero di destra che passa più vicino al mare e permette una visita anche allo scalo di Porto Pidocchio. Poco prima di Punta Chiappa si nota il bivio segnalato sulla sinistra per le Batterie, visitata quindi la scenografica Punta, si torna indietro per imboccarlo. Il sentiero sale ripido fino ad incontrare le prime batterie poco sotto la quota 200. Il posto merita sicuramente una visita prima di salire gli ultimi 50 metri per ricongiungersi con il sentiero per il Passo del Bacio; raggiunto quindi il predetto sentiero lo si imbocca verso destra e si scende per vari tratti attrezzati fino a 50 metri sopra Cala dell’Oro, dove inizia invece la risalita che porta fino a quota 280, per poi ridiscendere verso la Cala di San Fruttuoso. Da San Fruttuoso si continua quindi per il sentiero sempre segnato con 2 bolli rossi e lo si lascia quasi subito per prendere a sinistra il sentiero in salita per Pietre Strette. Pochi metri prima di Pietre Strette si prende a sinistra per Sella Toca e si continua fino ad arrivare in predetta località, dove sono presenti anche panchine e tavoli per picnic. Qui si prende a sinistra in discesa per il semaforo nuovo, anche se non sarebbe necessario per completare il giro. Una visita al semaforo nuovo, solo 250 metri da Sella Toca, vale comunque la pena, ma noi avevamo in effetti in programma di scendere ulteriormente fino alla Sella del Monte Campana per poi ritornare alle Batterie con il primo tratto della Via dei Tubi, ma, data l’ora tarda e la traccia incerta e infrascata, dopo comunque un tentativo, decidiamo di ritornare a Sella Toca e, da qui, prendiamo il sentiero a sinistra per Fornelli. In quest’ultima località ci ricongiungiamo con il sentiero del Passo del Bacio, segnato sempre con i due bolli rossi, che imbocchiamo verso destra e in un Km. circa ritorniamo a San Rocco e, da qui, al parcheggio.


Racconto: Replica della gita della settimana scorsa con Laura, a dimostrazione che, almeno lei, ha ritrovato l’interesse perduto per le gite; anche se per lei dovrei invece dire scoperto, che da bambina veniva non per scelta, come, dopotutto, mi sembra di fare a me adesso, che non è una scelta, ma un dovere, ritrovare sé stessi… Laura ha ancora qualche problema con i tratti attrezzati, ma rispetto alla settimana precedente sul Reopasso i miglioramenti sono notevolissimi, a chiara dimostrazione che si trattava solo di una questione psicologica…. E’ bastato non forzarla la volta scorsa, riportandola indietro dove non si sentiva proprio e dandole la mano dove aveva qualche insicurezza, perché stavolta ritrovasse l’entusiasmo e la sicurezza per passare tranquilla dove sette giorni fa avrebbe penato non poco. Indubbiamente con le persone ci vuole pazienza e comprensione e si possono otttenere risultati insperati…


Conclusioni: Giro inusuale che collega le classiche escursioni a Punta Chiappa e a San Fruttuoso, indubbiamente molto interessante e panoramico, assolutamente da consigliare per escursionisti allenati. Interessanti le batterie basse, molto ben conservate e con comodi prati panoramici. Possibile abbreviare il giro e renderlo più interessante con la discesa dal Semaforo Nuovo alla sella del Monte Campana, percorso già descritto in un’escursioni precedente alla vetta del Monte Campana.




Punta Chiappa dalle Batterie



Batterie vista d'infilata



Gabbiano disegnato in Batterie più da lontano



Piazzola per cannone in Batterie



Passaggio attrezzato in sentiero per il passo del Bacio



Torretta d'Acquisto da sentiero per passo del Bacio



San Fruttuoso



San Fruttuoso più da lontano



San Fruttuoso caletta est



San Fruttuoso caletta est