Mont Bastide da Eze-Bord-de-Mer




Domenica 17 dicembre 2017: Eze Bord de Mer (20) – Eze (390) – Mont Bastide (560) – Eze Bord de Mer (20).


Partecipanti: Stefy. Gheroppa, Kay, Simona e Soundofsilence.


Lunghezza: 8 Km. circa.


Dislivello: 600 m. circa.


Difficoltà: Tutto E tranne la prima parte della discesa dal Mont Bastide verso Eze, su sentiero\scorciatoia quasi inesistente infrascato e ripido, comunque evitabile seguendo il sentiero segnato.


Percorso in macchina: Da Genova in autostrada A10 fino a Ventimiglia, si continua poi sull’autostrada francese fino all’uscita n. 58di Monaco-Roquebrune, dove usciamo e seguiamo la Grand Corniche in direzione di La Turbie. A La Turbie prendiamo a sinistra e scendiamo fino a Cap d’Ail, dove continuiamo sul mare in direzione ovest, sulla Petite Corniche fino a giungere a Eze Bord de Mer. Qui, poco dopo il cartello del paese, parcheggiamo di fronte alla Maioun del Jardinie, negli appositi spazi bianchi gratuiti in questa stagione.


Percorso a piedi: subito a destra della Maioun, imbocchiamo il sentiero Nietzsche e saliamo su strada cementata tra alti muri che a tratti coprono la vista. La strada quindi diventa sentiero e a quota 280 circa, in un tornante, troviamo una deviazione a sinistra che porta in una sessantina di metri ad una bella cascata, attraversando però prima un breve punto esposto (EE, attrezzato con un cavetto). Visitata la cascata ritorniamo sul sentiero principale e in breve giungiamo sulla strada asfaltata nei pressi di Eze; qui prendendo a sinistra possiamo visitare, come abbiamo fatto noi, il caratteristico paesino (bel punto panoramico su Cap Ferrat all’interno del cimitero), mentre a destra proseguiamo su asfalto per raggiungere quindi la strada principale (Moyenne Corniche), che imbocchiamo verso sinistra. Subito passiamo su un panoramico viadotto (bella vista su Cap Ferrat) e, quindi, prima di entrare in un tunnel, prendiamo a destra il sentiero segnato (cartelli) per il Mont Bastide. Il sentiero sale prima tortuoso portandosi sul versante nord e poi per un lungo tratto rettilineo con vista mare, fino a raggiungere, dopo gli ultimi tornanti, la vetta del Mont Bastide, indicata da un cartello. Dalla vetta continuiamo sull’unico sentiero in discesa per circa 260 metri, dove, a quota 520 metri, troviamo un bivio: il sentiero segnato continua dritto, mentre un sentierino, comunque evidente, gira a sinistra. Qui noi abbiamo preso il sentierino, ma direi che non conviene molto, perché, pur più corto, più avanti si perde e diventa infrascato, ripido e scomodo. Seguendo comunque la parvenza di sentiero che abbiamo seguito noi, l’unico che posso descrivere, occorre scendere il più direttamente possibile tra tracce appena visibili tra le spine e pietraie instabili, ma che permettono un passaggio più agevole che tra i rovi, puntando al sottostante evidente sentiero (o alla strada asfaltata poco sotto). Ripreso alla bene e meglio il sentiero segnato giungiamo in breve all’asfalto che attraversiamo soltanto per continuare sul sentiero che in breve ci riporta ad Eze Bord de Mer, dove incrociamo la strada asfaltata dove abbiamo parcheggiato, che seguiamo verso sinistra per circa 200 metri per raggiungere la macchina.


Traccia GPS: Bastide (Per scaricare la traccia fate click col tasto destro sul link e selezionate “Salva link con nome”)


Conclusioni: splendido panorama su Cap Ferrat sia dalla cima che lungo il percorso, ma davvero poco altro, troppo antropizzata questa zona di Costa Azzurra e anche il tanto decantato paesino di Eze, pur carino, non mi è sembrato certo imperdibile, tanto più che non si può più giungere in cima al paese gratis, ma bisogna pagare il biglietto del Jardin Exotique (alla tariffa invernale di 6 euro), cosa che abbiamo preferito evitare, accontentandoci del panorama dal cimitero.




L'Isoletta da Eze-Bord-de-Mer



Bastionata calcarea da Eze-Bord-de-Mer



L'Isoletta salendo a Eze



Cap Ferrat salendo a Eze



Cap Ferrat salendo a Eze



Cap Ferrat salendo a Eze più da lontano



Bastionata calcarea salendo a Eze più da vicino



Parete calcarea salendo a Eze più da vicino



Stefania su sentiero per Eze



Cascata tra le fronde salendo a Eze col flash



Cascata salendo a Eze da sopra



Eze da punto panoramico



Porta di Eze



Mare da finestra in mura porta di Eze



Palazzo ricoperto di rampicanti a Eze



Case ricoperte di rampicanti a Eze



Cap Ferrat dal cimitero di Eze



Cap Ferrat dal cimitero di Eze più da lontano



Cap Ferrat dalla Moyenne Corniche



Cap Ferrat dalla Moyenne Corniche



Eze salendo al Mont Bastide



Cap Ferrat salendo al Mont Bastide



Parete calcarea salendo al Mont Bastide



Moyenne Corniche da anfratto salendo al Mont Bastide



Cap Ferrat e vista fino a Esterel dal Mont Bastide



Mont Boron e vista fino a Esterel dal Mont Bastide



Cap Ferrat e vista fino a Esterel dal Mont Bastide



Cap Ferrat dal Mont Bastide



Cap Ferrat scendendo dal Mont Bastide



Mare scendendo dal Mont Bastide



L'Isoletta scendendo dal Mont Bastide più da vicino



Casa con balcone tornando a Eze-Bord-de-Mer