Esplorazione Capo Palinuro: Archetiello - Buondormire - Marinella




Domenica 20 Giugno 2010: Esplorazione Capo Palinuro.


Partecipanti: Soundofsilence.


Lunghezza: 8,5 Km. puliti, io, con un po’ di avanti e indietro ne ho fatti 11,4; volendo poi non fare spostamenti in macchina bisogna aggiungere 2,2 Km, per un totale di 10,7 (io, in effetti, mi sono spostato in macchina tra il faro nuovo e il parcheggio della spiaggia della Marinella). Infine non è escluso si possa esplorare anche molto di più, io mi sono un po’ limitato dato anche il cattivo tempo.


Dislivello: 300 metri circa.


Difficoltà: E, nessuna difficoltà tecnica, qualche difficoltà di orientamento data la mancanza di indicazioni e, in certi tratti, di tracce chiare. Infine anche difficoltà di tipo dialettico, non eccezionali comunque, per convincere i dipendenti dell’Hotel King a farmi passare…


Percorso in macchina: Dipende anche da dove si vuole parcheggiare, in ogni caso bisogna andare a Palinuro e dirigersi verso il capo. Si può usufruire poi o del parcheggio della spiaggia Marinella (indicata da un cartello), o, più avanti nel rettileneo nei pressi dell’Hotel King, o, più avanti ancora, seguendo la strada del faro (indicazioni) dove questa si biforca a destra in sterrata e, a sinistra, asfaltata, approfittando di uno slargo/sterrata sulla sinistra. Forse esistono altre possibilità di parcheggio ancora più avanti, seguendo la sterrata fino al Faro vecchio ma non ricordo quanto spazio ci sia.


Percorso a piedi: indubbiamente dipende da dove si parcheggia, io ho parcheggiato nello slargo sulla strada del faro, ma essendo questo punto a metà del percorso costringe ad andare avanti e indietro 2 volte per compiere tutto il percorso. 
Forse conviene invece il parcheggio della Spiaggia della Marinella più vicino e praticamente a una estremità del percorso, proverò quindi a descrivere l’itinerario da qui. Dal parcheggio della Marinella si scende alla spiaggia e ci si reca all’estremità est della stessa, dove, con mare calmo, dovrebbe essere possibile guadare la foce del Lambro senza problemi; io invece ho trovato mare mosso e ho preferito evitare: non che fosse impossibile, ma era necessario bagnarsi e scalare una paretina di pochi metri di 2° grado con le scarpe bagnate, se mi fossi ricordato di portare le scarpette da mare con i tacchetti ci avrei provato sicuramente… 
Scalata la paretina si raggiunge una fortificazione e, da qui, dovrebbe (uso il condizionale perché non l’ho fatto…) essere possibile raggiungere la bellissima spiaggia successiva, caratterizzata da numerose grotte. 
Esplorata la spiaggia si torna al parcheggio e alla strada principale, sulla quale si prosegue verso ovest fino all’Hotel King. Si entra dal cancello e si segue la strada interna per poi dirigersi verso la piscina sulla sinistra della quale un piccolo cancelletto da accesso alle scale che portano al Buondormire. Quasi al livello del mare le scale si biforcano: a destra (ovest) la Cala del Buondormire vera e propria, a sinistra est una più ampia e bella spiaggia di cui non so il nome. 
Esplorate le spiagge e le loro grotte (scenografica quella doppia della cala est) si ritorna sulla strada principale. Si segue la strada principale per 250 metri e quindi si prende a sinistra per il faro. Giunti a una biforcazione della strada (a destra una sterrata) si prende invece a sinistra, dove subito c’è uno slargo e da questa si diparte una carrareccia che si dirige indietro verso est. La si segue fino ad uno slargo, dove termina, per visitare i ruderi di una fortificazione. 
Visitata la fortificazione si cerca una traccia che si dirige verso sud, per giungere ad una torre ben conservata. Dalla torre si può procedere ancora un poco avanti fino al bordo del precipizio, da cui si ha un’inusuale vista dell’Archetiello, il cui buco risulta visibile solo come ombra sul mare, mentre si stagliano al cielo le due punte rocciose che lo sovrastano. 
Da qui si torna indietro alla fortificazione nominata in precedenza e si ripercorre all’indietro la carrareccia individuando, praticamente al termine di questa, una traccia sulla sinistra che taglia in piano il versante roccioso dirigendosi verso sud. Questa traccia è lunga circa 200 metri e offre bellissimi scorci panoramici sull’Archetiello, sulla Torre sovrastante e, in lontananza, sull’isolotto del Coniglio (proprio davanti al Buondormire), per terminare proprio su un belvedere sul primo. Da qui molte sono le tracce che portano o al Faro nuovo (distante solo 150 metri di asfalto dallo slargo in precedenza descritto) o in vari punti della strada tra lo slargo e il Faro Nuovo, basta prenderne una… 
Tornati allo slargo si prende, stavolta, la sterrata, che porta al Faro Vecchio, che dovrebbe essere il punto più alto del promontorio di Capo Palinuro, purtroppo anche questo, come il faro nuovo, inaccessibile in quanto zona militare. Se, però, dal faro nuovo, non sembrano esserci molte possibilità di passare e continuare verso ovest, qui ce ne sono quante se ne vuole, anche se non vi sono tracce particolarmente evidenti. 
Io, dato il brutto tempo e l’erba fradicia, ho esplorato poco, ma molto probabilmente è possibile raggiungere qualche meta interessante, soprattutto verso nord, dove le falesie sembrano meno inaccessibili e, quasi sicuramente, si può raggiungere il porto di Palinuro. Un po’ di esplorazione l’ho fatta anche seguendo tracce più evidenti che si dipartono verso sud dalla sterrata che porta al Faro Vecchio, ma non sono riuscito a trovare niente di particolare interesse, ho solo raggiunto la cima del promontorio immediatamente a est del Faro, ma con poche soddisfazioni di ordine panoramico, né ci sono molte speranze che si possa raggiungere in qualche punto il mare, date le alte e verticali falesie che caratterizzano la parte sud di Capo Palinuro. 
Finita quindi l’esplorazione si ritorna alla sterrata del Faro vecchio e da qui si ritorna alla macchina, dovunque la si abbia lasciata…


Racconto: C’è voluta una settimana intera ma ci siamo riusciti!!! Siamo riusciti a portare un po’ del maltempo del nord anche qui, dove, da trent’anni, riferendomi anche ai giorni successivi, non hanno avuto giorni così brutti e freddi a giugno… 
Con queste premesse già nelle previsioni scelgo una meta vicina e un percorso breve e tranquillo, e, cioè, la Cala del Buondormire attraverso l’unico accesso da terra: l’Hotel King…Naturalmente riuscirò a complicare un poco il tutto aggiungendo esplorazioni varie, esplorazioni che, oltre a farmi bagnare per bene anche nei momenti che non ha piovuto (grazie alla vegetazione fradicia), mi daranno la soddisfazione di trovare bellissimi punti di vista sull’Archetiello, che niente hanno da invidiare alla vista che se ne ha nelle celebrate escursioni in barca…
Merito del successo delle esplorazioni, nonostante il brutto tempo, va, in gran parte, alla mia reticenza ad affrontare i dipendenti dell’Hotel King, la quale mi ha spinto a cercare dappertutto vie alternative di passaggio…
Ricerca però infruttuosa, confermata anche da alcuni abitanti del posto: si passa solo dall’Hotel… E non basta, non solo si passa solo dall’Hotel, ma non si riesce neanche a ‘svicolare’ in qualche passaggio poco frequentato, bisogna invece passare davanti all’ingresso principale e costeggiare tutta la piscina a pochi metri da questo… 
Avessi almeno l’apetto a 4 stelle di un cliente dell’Hotel, ma, così conciato, con zaino, bastoncini e pantaloni lunghi bagnati, nonché tutto sudato e sporco è difficile passare inosservato… 
Invece basterà poco a convincere un inserviente a farmi passare e a darmi indicazioni, ne incontrerò poi soltanto un altro ancora più gentile e prodigo di indicazioni, mentre, per quanto riguarda i clienti, non mi degneranno di uno sguardo, forse un po’ ‘intimiditi’ dal mio look… 
Troverò la cala del Buondormire compeltamente deserta e con l’aria di non essere molto frequentata, dato lo stato delle sdraio malamente accantonate, solo 2 persone invece sulla spiaggia est. Anche il ritorno passerò inosservato e allora, quasi a sfidare il destino, mi fermerò pure a parlare col secondo inserviente per avere indicazioni sulla spiaggia della Marinella che avevo visto in lontananza…
La Marinella infine resterà l’unico insuccesso della giornata, un vero peccato non aver raggiunto le grotte, causa mare grosso, spero di avere occasione di riprovare, ma sembra non ci saranno tante belle giornate da qui alla partenza…


Conclusioni: Mi è parso decisamente strano e deludente che una zona magnifica e particolare come Capo Palinuro non abbia un solo sentiero degno di questo nome e che le sue bellezze possano essere viste solo in barca… 
Anche in Sardegna c’è una situazione simile, con posti che la pubblicità reclamizza come raggiungibili solo in barca, ma lì i sentieri, pur difficili e mal segnalati però ci sono… 
Qui l’unico sentiero regolare passa attraverso un albergo, mentre le altre sono solo tracce spesso infrascate e spesso inconcludenti… Eppure non dovrebbe essere impossibile realizzare un periplo attorno al Capo: il bordo delle falesie sembra quasi sempre praticabile e l’ostacolo più grande sembra la zona militare del faro nuovo, dove un passaggio sembra difficile, data la vegetazione particolarmente fitta… 
Se avrò occasione proverò comunque a realizzare un giro più sensato delle esplorazioni un po’ a ‘vanvera’ di oggi… 
A parte queste considerazioni sono rimasto soddisfatto della bellissima vista sull’Archetiello, un po’ deluso invece dalla Cala del Buondormire, che non sembrava quella delle foto: quasi sicuramente il mare grosso ha rovinato i colori delle acqua, ma probabilmente anche una frana ha peggiorato non poco l’aspetto di questa spiaggia. 
Molto più bella invece la cala ad est, con la sua scenografica doppia grotta con vista sull’isolotto del Coniglio.




Torre sopra Archetiello e Isola Calanca sullo sfondo



Torre Archetiello e Isola Calanca sullo sfondo più da vicino



Torre sopra Archetiello e Isola Calanca sullo sfondo più da vicino



Archetiello



Archetiello parte superiore



Archetiello più da vicino



Torre e Archetiello



Archetiello molto più da lontano



Torre e Archetiello più scura



Archetiello parte superiore primo piano



Archetiello parte superiore più da vicino



Punto panoramico e Archetiello



Archetiello da sentiero



Archetiello parte superiore da sentiero



Archetiello da sentiero più scura



Archetiello parte superiore da sentiero più scura



Torre sopra Archetiello e Isola Calanca sullo sfondo da sentiero più chiara



Torre Archetiello e Isola Calanca sullo sfondo da sentiero



Archetiello senza base da sentiero



Archetiello da sentiero molto più da lontano



Torre e Archetiello da sentiero



Archetiello da sentiero da lontanissimo



Archetiello da sentiero molto più da lontano



Torre e Archetiello da sentiero più da vicino



Archetiello parte superiore da sentiero primo piano



Torre sopra Archetiello e Isola Calanca sullo sfondo da sentiero primo piano



Archetiello da sentiero più da lontano



Archetiello da sentiero più da vicino



Torre sopra Archetiello e Isola Calanca sullo sfondo da sentiero primo piano più da lontano



Torre sopra Archetiello e Isola Calanca sullo sfondo da sentiero primo piano più da vicino



Torre sopra Archetiello avvicinandosi



Torre sopra Archetiello allineata con l'orizzonte



Doppia punta Archetiello da Torre più da vicino



Doppia punta Archetiello e ombra da Torre più da lontano



Doppia punta Archetiello e ombra da Torre ancora più da vicino



Salti digradanti da Torre a doppia punta Archetiello più da vicino



Torre e Archetiello col sole



Archetiello col sole



Archetiello col sole più da lontano



Archetiello col sole parte superiore



Archetiello col sole primo piano



Archetiello col sole parte superiore più da vicino



Archetiello col sole senza base



Archetiello col sole più da vicino



Archetiello col sole ancora più da vicino



Archetiello col sole con più mare sotto



Archetiello col sole parte superiore più da lontano



Vegetazione e Archetiello col sole



Mare bicolore davanti a Marinella



Balcone fiorito e Scoglio Coniglio dal King



Mare bicolore Coniglio e Isola Calanca dal King



Mare bicolore Coniglio e Isola Calanca dal King più da lontano



Buondormire e Coniglio scendendovi



Mare bicolore e Coniglio scendendovi



Buondormire est scendendovi



Buondormire est vista di fronte



Buondormire est vista di fronte più da vicino



Buondormire dall'estremità est della spiaggia



Coniglio dal Buondormire



Buondormire est e scoglio dall'estremità ovest della spiaggia



Scoglio e Coniglio da Buondormire est primo piano



Coniglio da doppia grotta Buondormire est



Coniglio da doppia grotta Buondormire est molto più chiara



Coniglio da doppia grotta Buondormire est più chiara



Coniglio da doppia grotta Buondormire est ancora più scura



Coniglio da doppia grotta Buondormire est più da sinistra



Coniglio da doppia grotta Buondormire est ancora più scura col sole



Coniglio da doppia grotta Buondormire est più scura col sole



Coniglio da sinistra doppia grotta Buondormire



Coniglio da grotta Buondormire



Coniglio da grotta Buondormire più chiara



Coniglio da sinistra doppia grotta Buondormire più da lontano



Coniglio da sinistra doppia grotta Buondormire più da vicino



Coniglio da doppia grotta Buondormire est più scura



Buondormire est e Marinella tornando al King



Mare bicolore e grotte a est Marinella più da lontano



Vista a picco da elevazione di fronte a faro vecchio



Diga e Coniglio da Marinella